L’Uffici Brevetti conferma la paternità del brevetto della superferrovia ad Alta Velocità al dr. Luigi Filippo von Mehlem di Magneticpark. Dopo il primo brevetto Europeo applicato alle piattaforme di sistemi automatici di parcheggio a Wurzburg nel 1994 e a Monaco di Baviera nel 2000, il nuovo Brevetto Europeo del 2016 risolve anche l’enorme problema economico per le applicazioni ferroviarie, rappresentato dalle opere collaterali che necessitano di enormi spese per le nuove massicciate e linee di alimentazione elettrica, in quanto il minimo e ridottissimo consumo energetico viene fornito dalle celle solari e batterie di accumulo con motori che assorbono pochi Kw, mentre i magneti permanenti utilizzati hanno una durata di oltre 100 anni. In Italia la prima concreta applicazione potrebbe essere applicata a Italo con risvolti economici positivi nei confronti dei gestori dei tratti in comune. Roma Milano verrebbe percorsa in meno di un ora anche con le due fermate intermedie di Firenze e Bologna.

,